Tags Posts tagged with "cimitero Cerro Maggiore tel. 0331519375;"

cimitero Cerro Maggiore tel. 0331519375;

922

FAMEDIO DI MILANO: ecco i 15 nuovi nomi illustri.

Il FAMEDIO ,Pantheon degli uomini illustri,  secondo un fortunato neologismo coniato nel secolo scorso, il prossimo 2 novembre si arricchirà di altri 15 nomi illustri: saranno iscritte nel Pantheon di Milano al Cimitero Monumentale anche Nanni Svampa e Claudio De Albertis oltre al patron di Esselunga Caprotti e al cardinale Tettamanzai

Infatti, la Commissione consultiva del Comune per le onoranze al Famedio ha deciso questa mattina all’unanimità i nomi delle 15 personalità che il prossimo 2 novembre saranno iscritte nel Pantheon di Milano, all’interno del Cimitero Monumentale. L’elenco dei cittadini illustri comprende Kengiro Azuma (scultore giapponese), Enzo Bettiza (intellettuale), Giovanni Bignami (astrofisico), Nella Bolchini Bompani (fondatrice della Commissione Visitatrici per la maternità), Lina Buffolente (fumettista), Bernardo Caprotti (imprenditore), Osvaldo Cavandoli (regista e fumettista), Giovanna Cavazzoni (fondatrice Vidas), Claudio De Albertis (presidente Triennale di Milano), Mercedes Garberi (storica dell’arte), Silvio Gazzaniga (scultore e orafo), Paolo Limiti (autore e conduttore tv), Luigi Pestalozza (musicologo e partigiano), Nanni Svampa (cantante) e Dionigi Tettamanzi (arcivescovo di Milano).

Oltre all’ufficio di Presidenza del Consiglio e agli assessorati alla Cultura e alla Trasformazione digitale e Servizi civici, la Commissione consultiva è composta dal direttore centrale Cultura Giulia Amato e dal direttore centrale dei Servizi civici Andrea Zuccotti. “Con l’iscrizione al Famedio Milano omaggia e ricorda per sempre i suoi cittadini illustri, personalità che per l’impegno, il lavoro e la loro testimonianza hanno contribuito a rendere grande la nostra città, e a farla conoscere al mondo come un luogo accogliente e dalla grande vivacità artistica, culturale e imprenditoriale”, ha commentato il presidente del consiglio comunale Lamberto Bertolé.

1440

Arbovitae: un cimitero per il terzo millennio?

Gira l’Italia un progetto, studiato da alcuni architetti paesaggisti, tutte donne (A3Paesaggio), che hanno voluto riflettere su come possa diventare il cimitero del terzo millennio. E’ un progetto rivoluzionario rispetto agli attuali luoghi dei morti, che costituisce anche una risposta alla diffusa povertà inventiva dell’architettura funeraria contemporanea.

Consuelo Fabriani e la sua équipe si sono innanzitutto chieste quali sono i bisogni degli individui quando si recano a far visita ai propri morti. E non hanno trascurato anche un secondo interrogativo: come mai molta gente rifiuta il cimitero come luogo e dichiara di preferire una memoria “del cuore e della mente”?

Il desiderio che è emerso da questa indagine è che il cimitero sia meno cementificato, più accogliente e più verde: un luogo dove sia possibile sostare in meditazione o anche solo passare un po’ di tempo nella natura e vicino a chi abbiamo perduto, magari condividendo l’esperienza con altri.

Arborvitae introduce una nuova cultura del cimitero e delle pratiche legate alla morte prevedendo, dopo la cremazione, l’interramento delle ceneri in un’apposita urna biodegradabile e la rinascita del corpo in un albero, affidando così al paesaggio il senso di immortalità.

E’ un cimitero-paesaggio in cui l’architettura funeraria cede il posto agli alberi dando vita ad un vero e proprio bosco urbano, spazio vitale per i cittadini, luogo di memoria e di rispetto capace di annullare la distanza tra il mondo dei morti e quello dei vivi.

In questo modo, qualcosa che si pensava fosse destinata a rimanere immobile, continua a vivere e mutare nel tempo.

Le progettiste hanno realizzato un video estremamente grazioso per spiegare la loro idea. Ecco il link, non perdetevelo https://www.youtube.com/watch?v=_69LVlsi8ms&feature=youtu.be.